La Morte di Carnevale
 

scopriamo gli eventi a SORRENTO

 

La Morte di Carnevale

dal 05-02-2008 - al 05-02-2008

La Morte di Carnevale

 

Nel programma di Carnevale a Termini 2008, XXVI edizione, è prevista la rappresentazione de “La Morte di Carnevale”per la serata di Martedì 5 febbraio.

Ricordiamo che la più famosa “Morte di Carnevale” è la commedia in tre atti scritta da Raffaele Viviani, recitata da compagnie teatrali ogni anno in tutta Italia. Ambientata nel primo trentennio del Novecento, la commedia ruota intorno al personaggio principale, Carnevale, soprannome di Pasquale Capozzi. Quest’ultimo è un usuraio detestato da tutto il paese e dalla stessa famiglia. Vecchio e malato, in procinto di morire  accanto al capezzale di Carnevale si alternano la serva ‘Ntunetta e il nipote Rafele,  entrambi sperano in una ricca eredità. All'apertura del testamento l'amante ed il nipote scoprono che il vecchio non ha lasciato loro nulla, la sostanza accumulata con tante tirchierie è destinata alle opere pie. I due decidono di sposarsi ugualmente: si erano già promessi quando ancora ignoravano la loro sorte, ma al terzo atto, il colpo di scena, giunge un custode del cimitero ad annunciare un caso di morte apparente: il defunto non era morto  ed è in attesa di tornarsene a casa!


C’è anche una tipologia diversa di “Morte di carnevale, essa infatti  trae le sue radici storiche dalle tradizioni popolari di molte regioni italiane ed in particolare abruzzesi. Il rito di Carnevale Morto si sviluppa essenzialmente in un pubblico processo, si approfitta di fare della satira bonaria su fatti e avvenimenti accaduti a personaggi più o meno in vista e caratteristici del paese, nella struttura è stato sempre lo stesso con strani personaggi: il giudice, la corte, i testimoni e Carnevale che alla fine viene condannato a morte.
Nel testo "Usi  abruzzesi" di Antonio De Nino, nel capitolato "Il carnasciale", vengono riportate tracce di un corteo funebre che veniva svolto a Pratola, Sulmona, Pettorano, Lanciano e Guardiagrele. In esso Antonio De Nino ci riferisce che il Martedì grasso "...verso le due o tre pomeridiane esce una mascherata che gira fino a dopo la mezzanotte, porta in cima ad una pertica un bamboccio di paglia che rappresenta Carnevale. La sera quattro mascherati tengono ai pizzi una coltre od un lenzuolo, l'allargano e vi fanno cadere Carnevale e così lo seguitano a portare in giro, tutti piangendo con finzione e sonando padelle e campanacci. - Carnevale vuol morire! Chiamate il prete! - Ecco pulcinella che si scioglie il cingolo della camicia che arieggia perciò un camice e si mette un cappello da prete, raccomandando l'anima a Carnevale. Sbucano anche dei mascherati vestiti da donne in gramaglia. Si fa inoltre un Carnevale di cartone portato da quattro becchini con pipe in bocca e fiasche di vino a tracolla. Innanzi va la moglie di Carnevale, vestita a lutto e piange e, piangendo, ne dice delle grosse! Ogni tanto la comitiva si ferma e, mentre la moglie di Carnevale fa la predica, i becchini fanno una tirata alla fiasca. In Piazza, poi, si mette sopra un rialzo il defunto Carnevale e, tra il rumore dei tamburi, gli schiamazzi della moglie e l'eco della moltitudine danno fuoco a Carnevale, e, mentre Carnevale arde, si sente una batteria di castagnole. In ultimo, una bomba porta per aria la tea carnevalesca con tutto il cappello e chi non vuole ridere non ci si trovi. Per rappresentare Carnevale è, poi, più curioso vedere un uomo in carne ed ossa dentro una bara di morto, ed un finto prete presso la bara!  Vedere anche una tinozza per acquasantiera e, per aspersorio, uno scopetto di saggina e poi le solite donne piangenti e tutti a gridare..."


Maggiori Informazioni:

-

Scritto da: Daniela Esposito
Condividi


 
Eventi in aggiornmento riprova pi├╣ tardi

  Sorrento Guida Turistica
 

Monumenti da visitare:

   
  Antiche Mura
  Cattedrale
  Casa di Cornelia Tasso
  Chiesa dell'Addolorata
  Chiesa di Sant'Antonino
  Chiesa di Sant'Anna
  Chiesa della SS. Annunziata
  Chiesa di San Francesco
  Chiesa dei Santi Felice e Baccolo
  Chiesa della Madonna del Carmine
  Chiesa e Monastero di San Paolo
  Chiesa di Santa Maria delle Grazie
  Chiesa dei Servi di Maria
  Chiostro di San Francesco
  Excelsior Vittoria
  Museo Correale
  La Fontana (Via S.Antonino)
  Piazza Tasso
  Porta di Marina Grande
  Porta di Parsano Nuova
  Porta di Marina Piccola
  Punta Campanella
  Sedile Dominova
  Sedile di Porta
  Vallone dei Mulini
  Villa Comunale
  Via delle Grazie
  Via Pietà
  Via San Cesareo
  Villa Tritone
  Villa Fiorentino
  Villa Regina Giovanna
   

 
   
 

 

Link: Capodanno a Sorrento | Hotel a Sorrento | Ristoranti a Sorrento | Eventi a Sorrento | Sorrento Foto | Mappa di Sorrento