« | Home | Hotels | Ristoranti | Storia | Da Visitare | Gastronomia | La Regata | Tradizioni | Mappe | Foto Gallery  
 

 

  scopriamo Amalfi  
     
  La croce di Malta  
     
 

La croce di Malta risale probabilmente al VI secolo, all’epoca bizantina e forse rappresenta le otto Beatitudini teologali o l’Eternità.
Una croce bianca in campo nero fu utilizzata come simbolo per la prima volta da Gerardo Sasso  di Scala che istituì l’Ordine monastico-cavalleresco di San Giovanni nell’ospedale amalfitano di Gerusalemme. I monaci erano soliti portare la croce disegnata sulla tunica nera come simbolo del loro amore che bruciava nel cuore e per mettere in risalto la carità con la quale aiutavano poveri ed ammalati.
Dopo il cambiamento del nome in “Sovrano Ordine Militare di Malta” ( Malta fu la nuova sede dell’ordine) la croce ottagona fu chiamata “croce di Malta”. In realtà essa avrebbe dovuto chiamarsi “croce di Amalfi” per i suoi contenuti storico-araldici e visto che ancora oggi ne è il simbolo.
La croce di Malta, così come confermano alcuni tarì del 1080 sui quali campeggia la croce, fu utilizzata come simbolo di Amalfi già in epoca medievale.

 

 
     
     
 
Le guide di Penisola
Amalfi - Firenze - Napoli - Positano - Praiano - Ravello - Roma - Sorrento - Venezia
 
 

 

 

Hotel ad Amalfi
Verifica online la disponibilità
Arrivo:
Partenza:
Persone:
Camere:

 

  Visitare ad Amalfi
 

Arsenale

 

Duomo

  Museo della carta
  Valle dei Mulini
 

 
   
 

 

Link: Hotel a Sorrento | Ristoranti a Sorrento | Eventi a Sorrento | Sorrento Foto | Mappa di Sorrento