scopriamo Napoli  
     
  Parco del Vesuvio  
     
 

Il 5 giugno 1995 nasce ufficialmente il Parco nazionale del Vesuvio, a tutela dell’unico complesso vulcanico continentale ancora attivo in Europa.

 

Nel parco a piedi
Ben 15 sentieri sono stati attivati che consentono al visitatore di ammirare le bellezze paesaggistiche e le caratteristiche del territorio. I “sentieri natura”, i “sentieri panoramici”, il “sentiero educativo” e il “sentiero agricolo” sono stati ideati tenendo conto delle esigenze più varie ed organizzati con il supporto di una cartellonistica che informa su aspetti geomorfologici, sulla fauna e sulla flora del territorio. Sono indicati grado di difficoltà e tempi in modo che il visitatore possa scegliere in base alle personali esigenze ed interessi.

 

La flora
Il versante vesuviano è più arido, presenta una ricchezza di piante tipiche della macchi mediterranea che si susseguono in rapporto all’altitudine. Il versante sommano è più umido e presenta boschi misti.
La vegetazione è caratterizzata essenzialmente da ginestra (principalmente quella dell’Etna) che si accompagna ad altre specie erbacce come la valeriana rossa.
Il sentiero che conduce ai Cognoli di Ottaviano e alla Valle dell'Inferno dà l'opportunità di ammirare la più bella formazione di lava "a corda" del Vesuvio, incisa da una profonda crepa in cui alloggiano numerose specie di felce, e la presenza dello Stereocaulon vesuvianum come una prateria grigia.

 

La Fauna
La fauna del Parco è particolarmente ricca e interessante:topo quercino,  moscardino, faina, volpe, coniglio selvatico e lepre.
Più di cento le specie di uccelli tra residenti, migratrici, svernanti e nidificanti estive. Da segnalare le nidificazioni di Poiana, Gheppio, Sparviero, Pellegrino, Upupa, Tortora Colombaccio, Picchio rosso maggiore, Passero solitario, Codibugnolo, Picchio muratore, Corvo imperiale, Cincia mora.
In inverno frequentano il Parco tra gli altri la Beccaccia, il Codirosso spazzacamino, il Torcicollo, il Tordo bottaccio, il Lucherino.
Nel periodo delle migrazioni transitano Beccafichi, Sterpazzoline, Balie nere, Codirossi Monachelle, Rigogoli, Gruccioni, Succiacapre.
Tra i rettili sono da citare il colorato Ramarro, l'innocuo serpente Biacco e l'Emidattilo verrucoso. Interessante la presenza, tra gli anfibi, del Rospo smeraldino.
Tra gli invertebrati vanno citate le coloratissime farfalle diurne e notturne che frequentano in gran numero le fioriture della flora mediterranea vesuviana.

 

 
     
     
     
 
Le guide di Penisola
Amalfi - Firenze - Napoli - Positano - Praiano - Ravello - Roma - Sorrento - Venezia
 
 

 

 

Hotel a Napoli
Verifica online la disponibilità
Arrivo:
Partenza:
Persone:
Camere:

Monumenti a Napoli
Cappella di San Severo
Certosa di San Martino
Chiesa di Santa Chiara
Chiesa di San Domenico Maggiore
Chiesa di San Francesco di Paola
Chiesa di Sant'Angelo a Nilo
Duomo
Galleria Umberto I
Guglia dell'Immacolata
Maschio Angioino (Castel Nuovo)
Reggia e Museo di Capodimonte
Palazzo Reale
Porta Nolana
 
Parchi e ville
Gaiola
Il Bosco di Capodimonte
Parco Vergiliano a Piedigrotta
Parco dei Camaldoli
Parco del Vesuvio
Villa di Pausilypon
Villa Floridiana
Villa Pignatelli
Villa Comunale
 
 
 
   
 

 

Link: Hotel a Napoli | Ristoranti a Napoli | Eventi a Napoli | Napoli Foto | Mappa di Napoli

 

 

Penisola.it - Copyright Mdaweb 1996/2008 - In collaborazione con Sorrento Web e Sorrento Commerce

 

Aggiungi la tua Azienda | Scambio Link | Collabora con Noi | Penisola nel tuo sito | Feed RSS