scopriamo Napoli  
     
  Villa Floridiana  
     
 

Sulla collina del Vomero sorge Villa Floridiana costituita da un parco e da una villa nella quale è ubicato il Museo Nazionale delle Ceramiche Duca di Martina.
Costruita all’inizio del 1700, fu acquistata dal re Ferdinando I di Borbone che la regalò alla moglie morganatica Lucia Migliaccio, duchessa di Floridia. Il re ordinò al direttore dell’Orto Botanico, Friedrich Dehnhardt, di supervisionare l’ampliamento e l’arricchimento del giardino con nuove specie vegetali. In quel periodo, inoltre, la palazzina fu riadattata secondo lo stile neoclassico dall’architetto Piccolini.All’inizio dell’Ottocento il complesso comprendeva due ville, un teatrino all’aperto, un tempietto circolare a colonne doriche, fontane, statue e serre in stile neoclassico.
Alla morte del Re e della duchessa, una delle ville (villa Lucia) fu venduta a privati, mentre il resto del complesso fu ereditato dai figli della duchessa. Lo Stato italiano l’ha acquistata nel 1919 e in estate il Capo dello Stato abitualmente vi trascorre un breve periodo di ferie.
La Villa si può visitare tutti i giorni.

 
     
     
     
 
Le guide di Penisola
Amalfi - Firenze - Napoli - Positano - Praiano - Ravello - Roma - Sorrento - Venezia
 
 

 

 

Hotel a Napoli
Verifica online la disponibilità
Arrivo:
Partenza:
Persone:
Camere:

Monumenti a Napoli
Cappella di San Severo
Certosa di San Martino
Chiesa di Santa Chiara
Chiesa di San Domenico Maggiore
Chiesa di San Francesco di Paola
Chiesa di Sant'Angelo a Nilo
Duomo
Galleria Umberto I
Guglia dell'Immacolata
Maschio Angioino (Castel Nuovo)
Reggia e Museo di Capodimonte
Palazzo Reale
Porta Nolana
 
Parchi e ville
Gaiola
Il Bosco di Capodimonte
Parco Vergiliano a Piedigrotta
Parco dei Camaldoli
Parco del Vesuvio
Villa di Pausilypon
Villa Floridiana
Villa Pignatelli
Villa Comunale
 
 
 
   
 

 

Link: Hotel a Sorrento | Ristoranti a Sorrento | Eventi a Sorrento | Sorrento Foto | Mappa di Sorrento