scopriamo Napoli  
     
  Tradizioni: il miracolo di San Gennaro  
     
 

San Gennaro, patrono di Napoli, fu vescovo nel periodo in cui regnò a Roma Diocleziano che perseguitava i cristiani.
Un giorno San Gennaro, vescovo di Benevento, si recò a Misero per partecipare ad una celebrazione liturgica ebbe la premonizione che stesse per succedere qualcosa di grave al diacono Sossio. Poco dopo, infatti, Sossio fu imprigionato per ordine dell’imperatore e San Gennaro andò in carcere per confortarlo, ma fu riconosciuto insieme ai suoi due accompagnatori come cristiano e furono arrestati. Fu chiesto loro di abiurare ma al loro rifiuto furono condannati ad essere dati in pasto alle belve nell’arena di Pozzuoli, poi la pena fu tramuta in decapitazione che fu eseguita nel Foro di Vulcano, correva l’anno 305.
Il corpo del santo trovò sepoltura prima a Pozzuoli, poi per volere del vescovo Giovanni I, nel 400 fu traslato a Capodimonte nelle catacombe. Successivamente il corpo fu trasportato a Benevento, poi a Montevergine ed infine, grazie all’intervento dell’arcivescovo Alessandro Carafa, a Napoli.

Il miracolo
Notizie riguardanti il miracolo di San Gennaro risalgono al Trecento; per il 15 agosto del 1389, in occasione della festa dell’Assunta, a Napoli erano stati organizzati  grandi festeggiamenti per accogliere dei notabili provenienti da Avignone e in quell’occasione si espose anche la reliquia del Santo. Fu proprio allora che si verificò la liquefazione del sangue  contenuto in un ‘ ampolla.
Da allora il miracolo si ripete due volte all’anno, a maggio e a settembre. I napoletani con l’arcivescovo di Napoli e le autorità cittadine pregano devotamente nel Duomo fin quando avviene il miracolo della liquefazione che è considerato un buon auspicio.

La processione
La processione ricorda la prima traslazione del corpo di San Gennaro. La processione è detta anche “processione delle statue” perché sfilano statue d’argento dei santi compatroni. Una manifestazione di fervore religioso dei napoletani che adornano i balconi con coperte di seta, di broccato, fiori e luci.

Molti i film ambientati a Napoli che presentano scene, un po’ ironiche, su tale processione.

 

 
     
     
     
     
     
     
     
 
  Le tradizioni napoletane
  Cantata dei pastori
 

Festa di Piedigrotta

 

Lotto

 

Miracolo di San Gennaro

 

Munastero 'e Santa Chiara

 

Pulcinella

 

Proverbi Napoletani

   
 
 
     
     
     
     
 
Le guide di Penisola
Amalfi - Firenze - Napoli - Positano - Praiano - Ravello - Roma - Sorrento - Venezia
 
 

 

 

Hotel a Napoli
Verifica online la disponibilità
Arrivo:
Partenza:
Persone:
Camere:

Monumenti a Napoli
Cappella di San Severo
Certosa di San Martino
Chiesa di Santa Chiara
Chiesa di San Domenico Maggiore
Chiesa di San Francesco di Paola
Chiesa di Sant'Angelo a Nilo
Duomo
Galleria Umberto I
Guglia dell'Immacolata
Maschio Angioino (Castel Nuovo)
Reggia e Museo di Capodimonte
Palazzo Reale
Porta Nolana
 
Parchi e ville
Gaiola
Il Bosco di Capodimonte
Parco Vergiliano a Piedigrotta
Parco dei Camaldoli
Parco del Vesuvio
Villa di Pausilypon
Villa Floridiana
Villa Pignatelli
Villa Comunale
 
 
 
   
 

 

Link: Hotel a Napoli | Ristoranti a Napoli | Eventi a Napoli | Napoli Foto | Mappa di Napoli

 

 

Penisola.it - Copyright Mdaweb 1996/2008 - In collaborazione con Sorrento Web e Sorrento Commerce

 

Aggiungi la tua Azienda | Scambio Link | Collabora con Noi | Penisola nel tuo sito | Feed RSS