scopriamo SORRENTO  
     
  Chiesa di Santa Maria delle Grazie  
     
 

Interno della Chiesa delle Grazie - SorrentoIl monastero domenicano di Santa Maria delle Grazie fu fondato dalla nobile sorrentina Berardina Donnorso e destinato “alle figlie del Popolo di Sorrento e del suo Piano” nel 1566. Contemporaneamente venne edificata anche la chiesa,ancora oggi in attività, alla quale si accede dal bel portale cinquecentesco in pietra vesuviana e che racchiude una serie di importanti testimonianze pittoriche dell’arte meridionale tra fine ‘500 e inizi ‘700. Già dall’ingresso è possibile ammirare sull’altare il polittico della Madonna delle Grazie di Silvestro Buono, datato 1582. Sulle grate, ai lati dell’altare, ci sono due tele di Nicola Malinconico, La Santa Famiglia della Vergine, a sinistra, e il Sogno di San Giuseppe, a destra. Le decorazioni pittoriche seguono un vero e proprio percorso iconografico-agiografico sulle orme delle prescrizioni controriformistiche.Porta della Chiesa delle Grazie - Sorrento Viene, infatti, celebrato l’Ordine domenicano, si segnalano il dipinto raffigurante San Domenico di Guzman incoronato dagli angeli, San Tommaso d’Aquino a colloquio col Crocifisso. Le pareti e il fondo dell’abside sono decorati da tarsie di marmi policromi. L’altare maggiore (1754) è in marmi policromi e poggia su un pavimento in maioliche con al centro lo stemma domenicano. Sulla navata si affacciano due tribune seicentesche in legno policromo che ospitano ciascuna un organo. La lastra sepolcrale in marmo, situata in una nicchia nell’ala destra, ospita i resti di Bernardina Donnorso. Preziosa è la statua lignea del Cristo deriso che due volte, 1720 1858, trasudò sangue dalla gamba destra.
Da ammirare è il soffitto decorato a motivi floreali con la Trasfigurazione al centro, anch’essa del Malinconico.

     
 
     
 


 
 
  Itinerari Consigliati
 

Dalle origini al Settecento (Percorso storico-artistico)

 

Un viaggio a ritroso nel tempo: dall’oggi al passato. (Percorso storico)

 

Andare per musei

 

Itinerario di fede

 

Lungo la costa… aspetti geomorfologici, la vegetazione, le villae romane, i fondali

 

Tutto l’anno “a spasso” per il mare: pescaturismo ed immersioni

   
  Le leggende sorrentine
 

La fanciulla alla quale Sorrento deve ( ! ) il suo nome…

 

Il mito delle Sirene

 

Il mito della Regina Giovanna

 

Le palme di confetti

 

Il miracolo di Sant'Antonino

 

Il bavaglino del bambino Gesù

  La sfogliatella Santa Rosa
  La campana a Punta Campanella
  La Pastiera

 

 
 
Le guide di Penisola
Amalfi - Firenze - Napoli - Positano - Praiano - Ravello - Roma - Sorrento - Venezia
 
 

 

 

Hotel a Sorrento
Verifica online la disponibilità
Arrivo:
Partenza:
Persone:
Camere:

 

I Monumenti da visitare:

  Antiche Mura
  Cattedrale
  Casa di Cornelia Tasso
  Cisternoni di Sorrento
  Excelsior Vittoria
  Museo Correale
  La Fontana (Via S.Antonino)
  Piazza Tasso
  Punta Campanella
  Sedile Dominova
  Sedile di Porta
  Vallone dei Mulini
  Via delle Grazie
  Via Pietà
  Via San Cesareo
   
  Chiese:
  Chiesa di Sant'Antonino
  Chiesa di Sant'Anna
  Chiesa dell'Addolorata
  Chiesa della SS. Annunziata
  Chiesa di San Francesco
  Chiesa dei Santi Felice e Baccolo
  Chiesa della Madonna del Carmine
  Chiesa e Monastero di San Paolo
  Chiesa di Santa Maria delle Grazie
  Chiesa dei Servi di Maria
  Chiostro di San Francesco
   
  Porte antiche:
  Porta di Marina Grande
  Porta di Parsano Nuova
  Porta di Marina Piccola
   
  Ville:
  Villa Comunale
  Villa Tritone
  Villa Fiorentino
  Villa Regina Giovanna
   

 
 
   
 

 

Link: Hotel a Sorrento | Ristoranti a Sorrento | Eventi a Sorrento | Sorrento Foto | Mappa di Sorrento